Settembre 2023 Orario di ufficio SEO di Google


16
/ 100


Settembre 2023 Orario di ufficio SEO di Google

Questa è la trascrizione dell’edizione di settembre 2023 del Google SEO Office Hours. Per assistenza specifica per il sito, ti consigliamo di pubblicare la tua domanda nella community di assistenza di Google Search Central.

Google indicizza erroneamente la versione www del mio sito web?

John: Wan chiede: Google indicizza erroneamente la versione www del mio sito web. La pagina corretta dovrebbe essere HTTP e quindi il nome di dominio .my senza www.

Ciao Wan! Ho dato un’occhiata alle tue pagine e sembra che il tuo server stia reindirizzando automaticamente dalla versione non www a quella www e impostando l’elemento canonico link rel in modo appropriato. A prima vista, se utilizzi Chrome, potrebbe sembrare che non abbia www davanti, ma se fai clic due volte sull’URL in alto nel browser, si espande nell’URL completo, con www. In pratica va bene: sia la versione www che quella non www di un sito sono totalmente accettabili con Ricerca Google. Wow, sono un sacco di www!

Perché i dati filtrati sono superiori ai dati complessivi su Search Console?

Gary: Ornella chiede: perché i dati filtrati sono superiori ai dati complessivi su Search Console, non ha alcun senso.

Prima di tutto, adoro questa domanda, ma probabilmente per la ragione sbagliata. La risposta breve è che facciamo un uso intensivo di qualcosa chiamato filtri Bloom perché dobbiamo gestire molti dati e i filtri Bloom possono farci risparmiare molto tempo e spazio di archiviazione. La risposta lunga è ancora che facciamo un uso massiccio dei filtri Bloom perché dobbiamo gestire molti dati, ma voglio anche spendere alcune parole sui filtri Bloom: quando gestisci un gran numero di elementi in un set, e intendo miliardi di articoli, se non trilioni, cercare velocemente le cose diventa estremamente difficile. È qui che i filtri Bloom tornano utili: ti consentono di consultare un set diverso che contiene un hash di possibili elementi nel set principale e di cercare lì i dati. Dato che cerchi prima gli hash, è piuttosto veloce, ma l’hashing a volte comporta una perdita di dati, intenzionale o meno, e questi dati mancanti sono ciò che stai riscontrando: meno dati da esaminare significa previsioni più accurate sull’esistenza di qualcosa nel set principale o meno. Fondamentalmente i filtri Bloom accelerano le ricerche prevedendo se esiste qualcosa in un set di dati, ma a scapito dell’accuratezza, e quanto più piccolo è il set di dati tanto più accurate sono le previsioni.

Perché le pagine del mio sito web Google Sites non vengono indicizzate correttamente?

John: È stata inviata una domanda in francese, che sostanzialmente chiedeva perché le pagine del mio sito web Google Sites non vengono indicizzate correttamente.

È fantastico ricevere domande in altre lingue. Facendo un passo indietro, i siti web creati su Google Sites possono essere indicizzati nella Ricerca Google. Tuttavia, gli URL utilizzati in Google Sites sono un po’ difficili da tracciare poiché la versione pubblica può essere diversa dall’URL visualizzato quando si effettua l’accesso. Per essere sinceri, sebbene sia tecnicamente indicizzabile, non è l’ideale per scopi SEO e può essere complesso per il monitoraggio in Search Console. Se la SEO è la tua considerazione principale, potrebbe valere la pena esplorare altre opzioni e verificare i pro e i contro prima di impegnarsi. Per il monitoraggio delle prestazioni in Search Console, puoi anche utilizzare il tuo nome di dominio per i contenuti di Google Sites. L’utilizzo del tuo nome di dominio semplifica la migrazione, se scegli di farlo, e ti consente di verificare la proprietà dell’intero dominio per Search Console.

Il nostro sito ha molti pulsanti, quando si fa clic su di essi vengono recuperati collegamenti ad altre pagine. Google può eseguire la scansione di questi collegamenti?

Gary: Sarabjit chiede: il nostro sito web ha più pulsanti, facendo clic su di essi recuperiamo collegamenti ad altre pagine. Google sarà in grado di eseguire la scansione di questi collegamenti?

In generale Googlebot non fa clic sui pulsanti.

Un “guest post” (per ottenere un backlink) va contro le linee guida di Google se scrivo contenuti di valore?

John: Brooke chiede: Al giorno d’oggi la maggior parte dei siti web offre solo la possibilità di acquistare un “guest post” (per ottenere un backlink). È contro le linee guida di Google se scrivo contenuti di valore?.

Ciao Brooke, grazie per aver postato la tua domanda. Sembra che tu sia già sulla strada giusta. Sì, l’utilizzo dei guest post per i link è contrario alle nostre norme sullo spam. In particolare, è importante che questi link siano qualificati in modo tale da segnalare che non influiscono sui risultati di ricerca. Puoi farlo con gli attributi rel=nofollow o rel=sponsored sui link. Va bene utilizzare la pubblicità per promuovere il tuo sito, ma i collegamenti dovrebbero essere bloccati come menzionato.

Il contenuto di una pagina di categoria di e-commerce è utile per migliorare il posizionamento generale?

Gary: Brooke si chiede: i contenuti di una pagina di categorie di e-commerce sono utili per migliorare il posizionamento generale?

Puoi aggiungere qualsiasi contenuto desideri alle tue pagine, dopotutto sono le tue pagine. Ma per favore non fare quei testi ripetuti di bassa qualità generati automaticamente più e più volte su tutte le pagine delle tue categorie. Sembra semplicemente sciocco, anche per la persona media. Se hai bisogno di contenuti sulle tue pagine, aggiungi contenuti che le persone troveranno effettivamente utili

completo, non aggiungere contenuti perché la ricerca potrebbe richiederlo o almeno così ritieni. Consulta anche i nostri consigli per l’e-commerce.

I tag semantici errati causano una scarsa comprensione da parte di Google del contenuto del sito web?

John: I tag semantici errati fanno sì che Google abbia una comprensione generale inferiore del contenuto del sito web e quindi una minore capacità di assegnarlo a un ramo? In particolare i tag <hr> segnalano un cambio di argomento, ma potrei usarli solo per scopi di progettazione.

Questa è una domanda interessante. In generale, utilizzare correttamente l’HTML semantico può aiutare i motori di ricerca a comprendere meglio il contenuto di una pagina e il suo contesto. Ad esempio, se esegui il markup dei titoli su una pagina, è un chiaro segno che ritieni che i tuoi contenuti si adattino a tale titolo. Non è un percorso segreto per raggiungere il numero uno nelle classifiche, ma se abbiamo difficoltà a capire cosa intendi nel testo, fornire un riepilogo chiaro sotto forma di titoli può essere d’aiuto. Poiché è una cosa sottile che dipende da quanto bene comprendiamo la pagina, la considererei una buona pratica per assicurarti di avere tutto coperto. Anche invertire ciò, passando da HTML semanticamente corretto a semanticamente corretto, è sottile. I motori di ricerca riescono ancora a comprendere la tua pagina? Allora probabilmente non vedresti alcuna differenza nel modo in cui lo capiscono. Il significato è improvvisamente sfocato? Poi, beh, forse rendilo meno sfocato, magari con qualche struttura semantica. Riguardo al tuo esempio specifico di tag <hr> , non riesco a pensare a una situazione in cui ci sarebbe una differenza nella comprensione di una pagina a causa del loro utilizzo errato. Esistono infiniti modi per utilizzare qualcosa in modo errato, ma quelli in cui penso che un web designer potrebbe imbattersi accidentalmente con i tag <hr> sembrano abbastanza sicuri. Immagino che sia un lungo modo per dire “dipende”, non c’è che dire.

In Google Search Console, il rapporto per le pagine 404 presenta molti URL che sembrano provenire da JSON o JavaScript. Dovremmo ignorarlo?

Gary: Reza chiede: in Google Search Console il rapporto per le pagine 404 è pieno di URL che sembrano essere stati presi in qualche modo per errore da qualche codice JSON o JavaScript. Dovremmo ignorarlo?

Puoi ignorarli o semplicemente aggiungere un’intestazione HTTP noindex per loro.

I file dell’indice della mappa del sito possono contenere collegamenti a file della mappa del sito su altri domini?

John: Dhruv chiede: il file indice della mappa del sito può avere collegamenti a file della mappa del sito su altri domini?

Ciao Dhruv, domanda interessante. La risposta da parte di Google è un “forse” definitivo e, per questo motivo, il mio suggerimento è di non utilizzare una configurazione del genere. Puoi inviare Sitemap per URL che non si trovano sullo stesso dominio in due situazioni: invii la Sitemap tramite robots.txt oppure hai verificato la proprietà di tutti i domini in Search Console. Soprattutto la proprietà di Search Console può essere subdola e non immediatamente visibile quando si analizza il sito Web, quindi è facile dimenticare tale connessione. Se stai lavorando su file Sitemap e decidi di utilizzare una configurazione come questa, il mio suggerimento sarebbe quello di aggiungere un commento XML al file Sitemap in modo da ricordare questi requisiti e non interromperli accidentalmente futuro. Poiché Search Console è specifica di Google, ti consigliamo di verificare anche i requisiti che altri motori di ricerca potrebbero avere a riguardo.

Come si può ridurre la probabilità che Google scelga le proprie meta-descrizioni per i siti web?

Gary: Sam Bowers si chiede: come si può ridurre la probabilità che Google scelga le proprie meta-descrizioni per i siti web?

Buona domanda: non sempre, ma di solito i nostri algoritmi utilizzeranno la tua meta descrizione quando non c’è molto contenuto nella pagina o quando la meta descrizione è più pertinente alla query di un utente rispetto al contenuto effettivo della pagina. Ulteriori informazioni su descrizioni e snippet.

Esiste un modo per specificare che i bot dei motori di ricerca non eseguano la scansione di determinate sezioni di una pagina?

John: Esiste un modo per specificare ai bot dei motori di ricerca di non eseguire la scansione di determinate sezioni di una pagina (altrimenti è consentita la scansione e l’indicizzazione della pagina). Continuano dicendo che hanno molte duplicazioni nei “mega-menu” e vorrebbero bloccarli.

Sì, ci sono cose che puoi fare per impedire l’indicizzazione di parti di una pagina, ma soprattutto per gli elementi comuni della pagina come intestazioni, menu, barre laterali, piè di pagina, non è necessario bloccarne l’indicizzazione. I motori di ricerca si occupano del web così com’è, e talvolta ci sono mega-menu giganti o over-footer, va bene. Per gli altri contenuti di una pagina, potresti utilizzare un iframe con un’origine non consentita da robots.txt oppure inserire contenuti con JavaScript anch’essi bloccati in modo simile da robots.txt. Se vuoi semplicemente evitare che qualcosa venga mostrato in uno snippet, utilizzare l’attributo data-nosnippet è un buon modo per farlo. Ma ancora una volta, non è necessario aggiungere tanta complessità solo per nascondere un menu. La complessità non necessaria comporta il rischio che le cose si rompano inaspettatamente, quindi è bene limitarlo ai casi in cui è realmente necessario.

Consigliate lo scorrimento infinito sulle pagine web? Ci sono implicazioni per il traffico organico

o Googlebot?
Gary: Jeethu chiede: consigli lo scorrimento infinito sulle pagine web? Ci sono implicazioni per il traffico organico o per GoogleBot se aggiungo questa funzionalità?
Dipende da come implementi lo scorrimento infinito. se ogni pezzo o pagina virtuale è accessibile e trovabile anche tramite un URL univoco, in genere andrebbe bene avere uno scroll infinito
I link sono mostrati nella versione web mobile, ma nascosti su quella desktop. Google li svaluterà?
John: Ryan chiede: se una home page contiene collegamenti che vengono visualizzati sul Web mobile, ma nascosti dietro un interruttore JavaScript sul desktop e non inclusi nell’HTML a meno che non vengano cliccati, Google li svaluterà?
Ehi Ryan. Con l’indicizzazione mobile first, utilizziamo la versione mobile di una pagina come base per l’indicizzazione e per scoprire i collegamenti. Se la versione mobile ha il contenuto completo, è tutto a posto. Mi sorprende che tu abbia meno contenuti sul desktop, ma immagino che tu abbia delle ragioni per questo.
Google indicizza i file PDF salvati su Google Drive che non sono ospitati su un sito web?
Gary: Anonimo chiede: Google indicizza i file PDF salvati su Google Drive che non sono ospitati su un sito web? Se sì, quanto tempo ci vuole?
Sì, Google può indicizzare i file PDF pubblici ospitati su Google Drive, è solo un altro URL su un sito. Come con qualsiasi URL, possono essere necessari alcuni secondi per non indicizzare mai questi PDF.
In che modo Google esegue la scansione dei contenuti Scrolljacking e questo approccio alla UX avrà un impatto sul posizionamento?
John: Matt ha inviato una domanda dicendo: lo “scrolljacking” sta diventando sempre più popolare sul Web. Generalmente viene vista come un’esperienza utente scadente. In che modo Google esegue la scansione di questi contenuti e questo approccio alla UX avrà un impatto sul posizionamento? Hanno anche aggiunto un collegamento a un articolo sullo scrolljacking, a cui collegherò nella trascrizione.
Ciao Matt, è una domanda interessante. Non avevo capito che si chiamasse “Scrolljacking”, grazie per il link. Non penso che vedremmo questa configurazione come abusiva, quindi non ci sarà un effetto diretto. Tuttavia, potrebbero esserci effetti tecnici di secondo ordine che potresti vedere. Ad esempio, Google esegue il rendering delle pagine caricandole su un dispositivo mobile teoricamente molto grande. Se la pagina non visualizza i contenuti a causa di imbrogli con eventi di scorrimento, i nostri sistemi potrebbero presumere che i contenuti non siano correttamente visibili. Quindi, in breve, lo vedrei più come un potenziale problema di rendering che come un problema di qualità.
Perché l’URL viene indicizzato, anche se bloccato da robots.txt sulla mia Google Search Console?
Gary: Deniz Can Aral chiede: Perché indicizzato, anche se bloccato da robots.txt sulla mia Google Search Console?
Questa è una domanda relativamente comune: Google può indicizzare l’URL e solo l’URL, non i contenuti, anche se l’URL è bloccato per la scansione tramite robots.txt. Il numero di tali URL nel nostro indice è però esiguo, perché ciò accade solo se l’URL bloccato è molto ricercato su Internet. Se questo è problematico per te, consenti la scansione dell’URL e utilizza una regola noindex nelle intestazioni HTTP o un tag <meta>.
Abbiamo contenuti AI indesiderati! Come posso risolverlo o rimuoverlo dal mio sito web?
John: Sonia chiede: abbiamo assunto alcuni autori di contenuti ma ci hanno fornito contenuti basati sull’intelligenza artificiale, come posso risolvere il problema? Elimino semplicemente il contenuto AI? Sostituire con nuovi contenuti? Eliminare e creare un nuovo sito Web con un nuovo URL? Si prega di avvisare!
Non so cosa dire, Sonia. Sembra che tu abbia pubblicato alla cieca contenuti di autori esterni senza revisione? Sembra una cattiva idea, anche senza l’aspetto dei contenuti dell’IA. Ebbene, indipendentemente dal motivo e dalla fonte, se hai pubblicato contenuti di bassa qualità sul tuo sito web e non desideri più essere associato ad essi, puoi rimuovere il contenuto o correggerlo. Suggerirei di guardare al quadro più ampio: mancano contenuti come questi sul Web e il tuo sito potrebbe aggiungere un valore significativo per gli utenti nel complesso? O si tratta semplicemente di contenuti rimaneggiati che già esistono nel resto del web? Oppure pensala in questo modo, se il tuo contenuto è essenzialmente uguale a quello che già hanno gli altri, perché i motori di ricerca dovrebbero addirittura indicizzarlo e tanto meno mostrarlo in alto nei risultati di ricerca? E, naturalmente, per realizzare un ottimo sito web non bastano solo buoni articoli: sono necessari una strategia chiara e processi che garantiscano che tutti siano d’accordo con i tuoi obiettivi.
Abbiamo riscontrato un picco negli URL indicizzati da un giorno all’altro. Quali sono le ragioni?
Gary: Lorenzo si chiede: abbiamo riscontrato un picco negli URL indicizzati da un giorno all’altro: quali sono i motivi?
Forse abbiamo più dischi rigidi, forse abbiamo liberato spazio, forse abbiamo appena scoperto quei nuovi URL. È difficile dirlo. Aprite comunque lo spumante! Celebrare!
Google può utilizzare più dimensioni di file in un unico file favicon?
John: Dave chiede: Google può utilizzare più dimensioni di file in un unico file favicon? Comprende più icone contrassegnate con l’attributo dimensioni e ne sceglie una appropriata?
Ciao Dave. Tecnicamente, il formato file .ico ti consente di fornire file in più risoluzioni. Tuttavia, con l’aumento del numero di dimensioni utilizzate per vari formati,

Per motivi di interesse, sospetto che in genere sia meglio specificare le dimensioni e i file individualmente. Google supporta più dimensioni di favicon in HTML, quindi se ci sono dimensioni specifiche che desideri fornire, opterei per quella.

Google giudica diversamente le parti di un sito web quando dietro di esse c’è un diverso CMS?

Gary: Vivienne si chiede: Google giudica diversamente le parti di un sito web quando dietro di esse c’è un CMS diverso?

NO.

Nella Ricerca Google, il nostro sito web visualizza un download PDF come pagina principale. È possibile modificare il risultato della ricerca?

John: Anna chiede: è necessario ripetere la scansione del risultato di ricerca di Google dal sito web della nostra fondazione, poiché visualizza un download PDF come pagina principale. Il nostro sito web è una fondazione olandese per i diritti umani. È possibile modificare il risultato della ricerca?

Ciao Anna, ho dato un’occhiata al tuo sito web e il motivo per cui vengono mostrate altre pagine invece della tua home page è che sulla home page è presente un tag noindex robots <meta>. Questo tag <meta> impedirà l’indicizzazione di quella pagina. Una volta rimosso, le cose dovrebbero sistemarsi rapidamente.

Quando cerco il mio sito web su Ricerca Google, il primo risultato è una pagina di prodotto e non la mia pagina di benvenuto. Perché?

John: Julien chiede: quando cerco il mio sito web su Ricerca Google, il primo risultato è una pagina di prodotto e non la mia pagina di benvenuto? Perché? La pagina del prodotto non è nemmeno preparata con il SEO ma la mia pagina di benvenuto lo è.

Ciao Julien. Google utilizza una serie di fattori per cercare di capire quali pagine potrebbero essere più pertinenti per gli utenti per query specifiche. Nel recupero delle informazioni, uno dei concetti si basa sull’intento percepito dell’utente. In breve: cosa stavano cercando di fare quando hanno cercato questo? Stanno cercando maggiori informazioni su un prodotto o un’azienda? Oppure stanno cercando di acquistare quel prodotto proprio adesso? Questo può cambiare nel tempo anche per la stessa query. In breve, ciò significa che anche quando una pagina non è preparata per la SEO, può comunque accadere che venga visualizzata nei risultati di ricerca, se i sistemi la ritengono rilevante in quel momento. In pratica, il mio consiglio è di comprendere i diversi modi in cui gli utenti potrebbero arrivare al tuo sito e di cercare di soddisfare le loro esigenze in modo appropriato, in modo che, indipendentemente da dove finiscono, abbiano una buona esperienza.

Ho ricevuto un avviso di Search Console per il miglioramento dei problemi INP. Come si calcola questo e qual è la soluzione più semplice?

John: Alejandro ha inviato una domanda: Ciao John e team di Google, oggi ho ricevuto un avviso di Search Console relativo al miglioramento dei problemi INP. Come si calcolano questi dati e qual è il modo più semplice per correggerli?

Non ho una risposta completa qui, ma c’è un bel po’ di documentazione su Interaction to Next Paint, o INP in breve, sul sito web.dev. Ti consiglio di verificarlo, se sei interessato a migliorare i punteggi del tuo sito lì. Tieni presente che INP non fa ancora parte dei Core Web Vitals e che i Core Web Vitals sono solo uno dei tanti elementi che svolgono un ruolo nella nostra esperienza sulle pagine e nei sistemi di contenuti utili. Anche se migliorare l’INP può sicuramente aiutare l’esperienza dell’utente, non mi aspetto che cambi visibilmente il ranking di ricerca.

Come posso rimuovere 30.000 URL da Google Search Console da un hack di parole chiave giapponesi?

John: Heather chiede: come rimuovere 30.000 URL da GSC da Japanese Keyword Hack?

Ciao Heather, mi dispiace sapere di essere stato hackerato. Spero che tu sia riuscito a risolverlo nel frattempo, ma abbiamo alcuni contenuti su questo tipo di hack su web.dev, li collegherò dalla trascrizione. Tieni presente che questo hack tende a nascondere i contenuti compromessi a Google, quindi potresti aver bisogno di aiuto per ricontrollare che siano stati completamente rimossi. E per quanto riguarda i risultati di ricerca, dato il numero di pagine coinvolte, consiglierei di concentrarsi sulle pagine più visibili e di risolverle manualmente rimuovendole o reindicizzandole, quindi lasciando che il resto scompaia da solo. Se stai cercando esplicitamente il contenuto compromesso, sarai comunque in grado di trovarlo per un bel po’ di tempo, ma l’utente medio cercherà il tuo sito e l’obiettivo dovrebbe essere quello di rendere corretti quei risultati di ricerca.

Perché le mie pagine vengono deindicizzate dopo averle inviate per l’indicizzazione in Search Console? L’ho fatto più volte adesso.

John: Grace chiede: perché le pagine vengono deindicizzate dopo averle inviate per l’indicizzazione in Search Console? L’ho fatto più volte adesso.

Ciao Grazia. Non posso dirlo senza conoscere le pagine coinvolte, tuttavia, secondo me, questo suggerisce che i nostri sistemi non sono convinti del valore del tuo sito e dei suoi contenuti. Non indicizziamo quasi mai tutte le pagine di un sito web, quindi anche questo è prevedibile. Potresti essere in grado di spingere per l’indicizzazione una volta, ma i nostri sistemi rivaluteranno il contenuto e il sito web nel tempo e potrebbero eliminare nuovamente quelle pagine. La migliore linea d’azione non è continuare a cercare di inserire queste pagine, ma piuttosto fare in modo che i nostri sistemi siano convinti della qualità complessiva del tuo sito web, del valore unico che sta aggiungendo al Web e della corrispondenza con ciò che gli utenti stanno effettivamente cercando. Quindi andremo a indicizzarlo sulla nostra o

wn.